Attività

Campagna di comunicazione 

Inizio attività: 9/12

Fine attività: 8/14

Durata: 24 mesi

Verrà organizzata una Campagna di comunicazione per informare e sensibilizzare sui temi dell’Adult Learning, attraverso la diffusione a mezzo online di materiale informativo focalizzato sui diversi target. Verranno utilizzati i canali informativi dei diversi stakeholder che provvederanno ad una capillare diffusione presso le strutture di proprio riferimento. Verrà inoltre utilizzato per la diffusione a più largo raggio il canale della free-press per la comunicazione mirata ai target sensibili. La campagna di comunicazione darà anche ampia informazione riguardo alle altre attività previste nel progetto: la creazione della banca dati; la realizzazione dei focus group e delle tre conferenze nazionali di Adult Learning.

Questa attività è trasversale ai temi e ai target scelti e continuativa per l’intera durata del progetto.

Attività e Prodotti:

  • Progettazione e realizzazione della brochure informativa sull’AL e l’implementazione del progetto dell’agenda europea (online e cartacea)
  •  Progettazione e realizzazione della locandina
  • Ideazione del progetto grafico
  • Traduzione del materiale di comunicazione (Inglese e Francese per i migranti
  • Diffusione presso i canali degli stakeholder (MLPS, MIUR, Coordinamento delle Regioni)

 

Creazione di una banca dati delle esperienze di AL

 Inizio attività: 9/12

Fine attività: 8/14

Durata: 24 mesi

Realizzazione di una Banca dati (continuamente aggiornabile e interrogabile) da pubblicare sul sito EuropaLavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con l’obiettivo di costruire un repertorio delle esperienze nel campo dell’Adult Learning, al fine di rafforzare la mappatura conoscitiva del sistema, e di implementare la futura EPALE (Electronic Platform for Adult Learning in Europe).

 Attività e Prodotti:

  • Progettazione e creazione della banca dati sulle esperienze di Adult Learning presenti sul territorio nazionale
  •  Progettazione della scheda di descrizione delle esperienze significative e relativo testing
  •  Individuazione e screening delle esperienze significative
  • Redazione delle schede sulle esperienze significative
  • Collaudo del software
  • Messa in rete della banca dati
  • Diffusione della banca dati
  • Manutenzione e aggiornamento continuo

 Organizzazione di 9 focus group a livello locale su ambiti tematici

 Inizio attività: 9/12

Fine attività: 2/14

Durata: 18 mesi

 Si prevede l’organizzazione e la realizzazione complessivamente di 9 focus group a livello locale nei seguenti ambiti tematici (corrispondenti a quelli delle conferenze nazionali): TIC; cittadinanza attiva e equità sociale; apprendimenti non formali e informali. I focus (3 per ogni tema, propedeutici alle conferenze di cui alla successiva attività 4)  saranno animati da due ricercatori Isfol esperti nella tematica e nella conduzione di gruppi.

I focus group hanno obiettivi molteplici finalizzati alla comunicazione e diffusione  dell’Agenda Europea per l’Adult Learning tra gli stakeholder locali; all’acquisizione di conoscenze sui bisogni e sulle esperienze a livello territoriale; alla promozione della costituzione di reti sul territorio, e in ultima analisi, alla preparazione delle conferenze a livello macroregionale.

I 9 Focus verranno organizzati presumibilmente nei seguenti mesi:

  • novembre 2012 – febbraio 2013 in preparazione della prima Conferenza nazionale di aprile 2013 su ICT;
  • maggio - settembre 2013 in preparazione della seconda Conferenza di novembre 2013 su cittadinanza attiva e inclusione;
  • gennaio 2014 - marzo 2014 in preparazione della terza Conferenza  prevista per maggio 2014 su Apprendimenti non formali e informali.

 I Focus group saranno realizzati presumibilmente nei seguenti territori:

  • Roma, Padova, Benevento per quanto concerne il tema TIC;
  • Bologna, Alghero, Perugia con riferimento al tema cittadinanza attiva ed equità sociale;
  • Genova, Milano, Ancona per l’apprendimento non formale e informale.

In considerazione delle tematiche affrontate parteciperanno ai Focus rappresentanti di: enti territoriali (Regione, Provincia o Comune), associazioni datoriali e sindacali; Centri Territoriali Permanenti per l’istruzione e la formazione in età adulta; enti di Formazione Professionale; Università; Centri per l’impiego; imprese; enti del Terzo settore. 

Verranno presentate e discusse sia alcune esperienze tematiche specifiche svolte nei diversi settori e territori, sia le politiche e le strategie nazionali e europee per l’Adult Learning.

 Attività e Prodotti: 

  • Progettazione dei focus group
  • Individuazione dei partecipanti, anche tenuto conto delle esperienze significative risultanti dalla banca dati, e contatti con tali esperti
  • Realizzazione  dei focus group
  • Realizzazione di un report finale delle attività relative ad ogni Focus.

  Organizzazione di 3 Conferenze nazionali

 Inizio attività: 9/12

Fine attività: 5/14

Durata: 21 mesi  

E’ prevista l’organizzazione di tre conferenze, in tre diverse aree del paese, ciascuna delle quali con un focus specifico su un tema di interesse significativo nel contesto di riferimento: TIC; cittadinanza attiva e equità sociale; apprendimenti non formali e informali. Tali conferenze avranno quindi una dimensione sia tematica che regionale e le sedi di realizzazione sono state scelte considerando:  un criterio di equa rappresentazione delle macroregioni italiane (Nord, Centro, Sud); il diverso livello di sviluppo delle strategie e pratiche per l’Adult Learning; la presenza di significative esperienze nell’Adult Learning.

Le Conferenze verranno realizzate presumibilmente nei seguenti territori:

  • L’utilizzo delle TIC nell’ambito dell’AL a Torino
  • AL per la cittadinanza attiva e l’equità sociale a Bari
  • AL: apprendimenti non formali e informali a Firenze.

  Si prevede di realizzare le Conferenze nazionali secondo la seguente tempistica:

  • prima Conferenza  ad aprile 2013;
  • seconda Conferenza a novembre 2013;
  • terza Conferenza  a maggio 2014.

A seconda delle diverse tematiche parteciperanno rappresentanti di: istituzioni a livello comunitario e di altri paesi europei; istituzioni nazionali e territoriali, associazioni datoriali e sindacali; Centri Territoriali Permanenti per l’istruzione e la formazione in età adulta;; enti di Formazione Professionale; Università; imprese; enti del Terzo settore, l’Isfol anche in qualità di Agenzia per il  LLP; il progetto “National Teams of ECVET Experts – 2012-2013”, il National Europass Center; Il National Reference Point sulla Qualità.

Le Conferenze nazionali avranno un impatto diretto sui beneficiari intermedi, contribuendo al trasferimento delle esperienze significative, e favoriranno il dibattito sulle politiche e  strategie nazionali e europee per l’Adult Learning, rafforzando il legame tra operatori e stakeholders.

 Attività e Prodotti:

  • Progettazione della conferenza
  • Contatti con i relatori, anche stranieri
  • Attività di call for paper
  • Raccolta delle adesioni
  • Elaborazione della documentazione da distribuire nel corso delle tre Conferenze
  • Realizzazione  della conferenza
  • Analisi degli esiti della conferenza
  • Diffusione degli esiti sui siti istituzionali

 

Attività di report alla Commissione

 Inizio attività: 6/14

Fine attività: 8/14

Durata: 3 mesi 

La stesura del Rapporto finale alla Commissione europea ha l’obiettivo di fornire un quadro conoscitivo organico sulle attività realizzate e sui risultati raggiunti dal progetto.

Si prevede di diffondere il Rapporto a livello nazionale tra i beneficiari intermedi e finali delle attività attraverso l’invio cartaceo (200 copie) e online, per una sua ampia disseminazione.

 Attività e Prodotti: 

  • Analisi degli esiti delle attività relative ai Focus e alle Conferenze;
  • Stesura del rapporto finale di ricerca sui risultati delle attività del progetto
  • Diffusione del Rapporto
Azioni sul documento
Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea.
L’autore è il solo responsabile di questo sito e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in esso contenute.